Wargaming – Another community manager left the company – again

Home News WarGaming news World of Tanks devs diaries World of Tanks news

The community manager left Wargaming, claiming a “toxic corporate culture.”

Firstly, last month, WOWS players raised a riot over the fact that they did not like just a flawed implementation of the ship they love. This failure served as the “last straw” for everyone who is tired of the constantly growing level of monetization of the game, imposed by the developers of the Wargaming Saint Petersburg office (Lesta Studio).

Also after this incident, a Wargaming employee was suspended from work for sending an offensive message disguised as a bonus code:

“… the employee thought it was the perfect time to send an offensive message hidden in the code, about a streamer (more on that later), which at that moment had strained relations with Wargaming. This streamer is called Turry, and he left the World of Warships community contributor program not of his own free will, but was actually kicked out of there for criticism of developers.
The free code distributed during the stream for RU-cluster players was “W0LAXU5FKUTURY5”, in which English-speaking viewers quickly noticed something strange: is “FKUTURY” really hiding “Fuck You Turry”? This question was soon answered by representatives of Wargaming, admitting that this was done on purpose: “This is unacceptable. We conducted an internal investigation and found that this situation arose due to the actions of a certain employee. This employee was suspended from work and the most severe measures were applied to him as a result of the investigation. “

Secondly, earlier this week, an employee (known as Gneisenau013) was fired from Wargaming (WOWS) due to an older incident involving a ship that was supposed to be designed with several well-known players, but in the end to their opinion practically did not listen.

Now, after the dismissal, which, according to the players, took place simply because they found a scapegoat, the community manager from another major Wargaming game, World of Tanks, also left in solidarity, leaving behind a very loud statement. Zachary Doig says the sacking of Gneisenau013 was “an illegal and incredibly assertive plan by his former team to make him an undeserved scapegoat.” They “desperately want to put someone at fault in a recent incident, which I understand is a toxic culture that encourages repetition of a cycle of serious mistakes that has been going on for at least four years, long before he starts working on this team. and for duties that significantly exceed the level of his salary. “

Below is the full version of his statement:

“Hello, tankers!
I regret to announce that I am leaving the position of senior community manager of the World of Tanks America team… I’ve worked at Wargaming for over five years and I’m proud of the work we’ve done, especially rebuilding our operations after moving from Emeryville to Austin.

I was lucky to have the opportunity to acquire professional skills and connect with amazing and passionate people from all over the world. Thanks to my work at Wargaming, I fell in love with great people from Belarus, Ukraine, Brazil, Argentina, and other countries so much that it’s hard to put into words. Of course, the same can be said for our wonderful streamers and the WoT community in general – I will miss even the most bombing players.

I am making this difficult decision due to the recent firing of one of my team members, whom I consider to be a good person and a competent employee, for reasons that I believe turned out to be an illegal and incredibly assertive plan of the leadership of his former team, the purpose of which was to undeservedly make his scapegoat. They desperately want to put at least someone to blame for the recent incident, which, I understand, is a manifestation of a toxic corporate culture that encourages repetition of a cycle of serious mistakes that has been going on for at least four years, that is, long before he started working on this team and for duties that significantly exceed the level of his salary.

READ also:  World of Tanks - Advent Calendar 2019 2020 - day 23 offer

As part of the team, he did make mistakes, and when asked to publicly apologize for them despite leaving the team, he agreed and acted like the worthy person that he is. Despite this, the senior members of his team, in my opinion, made insidious plans behind his back to exclude him from my team. Only cowardly despicable fools can behave like that.

Our teams are much more divided than it probably seems from the outside, and I sincerely hope that this incident represents an isolated case of toxic corporate culture infiltrating the World of Tanks team. I urge you not to judge the company on this occasion as Wargaming has thousands of dedicated employees who work really hard day in and day out to make the game even better for you. Wargaming makes a great contribution to the spread of the history of armored vehicles and, at least from my personal experience, treats its employees very well. And although my journey with World of Tanks has come to an end, I am sure that my team will recover very quickly and begin a new successful era.

Thank you all for letting me be a part of this,

Zachary “CabMech” Doig. “

source – wotexpress/kotaku


Il community manager ha lasciato Wargaming, rivendicando una “cultura aziendale tossica”.

In primo luogo, il mese scorso, i giocatori di WOWS hanno sollevato una rivolta per il fatto che non gli piaceva solo un’implementazione imperfetta della nave che amano. Questo fallimento è servito come “l’ultima goccia” per tutti coloro che sono stanchi del livello di monetizzazione del gioco in costante aumento, imposto dagli sviluppatori dell’ufficio Wargaming di San Pietroburgo (Lesta Studio).

Anche dopo questo incidente, un dipendente di Wargaming è stato sospeso dal lavoro per aver inviato un messaggio offensivo mascherato da codice bonus:

“… il dipendente ha pensato che fosse il momento perfetto per inviare un messaggio offensivo nascosto nel codice, su uno streamer (ne parleremo più avanti), che in quel momento aveva teso i rapporti con Wargaming. Questo streamer si chiama Turry , e ha lasciato il programma di contributori della comunità di World of Warships non di sua spontanea volontà, ma è stato effettivamente cacciato da lì per le critiche degli sviluppatori.
Il codice gratuito distribuito durante lo streaming per i giocatori del cluster RU era “W0LAXU5FKUTURY5”, in cui gli spettatori di lingua inglese hanno subito notato qualcosa di strano: “FKUTURY” nasconde davvero “Fuck You Turry”? A questa domanda hanno presto risposto i rappresentanti di Wargaming, ammettendo che ciò è stato fatto apposta: “Questo è inaccettabile. Abbiamo condotto un sondaggio interno indagine e ha scoperto che questa situazione è dovuta alle azioni di un determinato dipendente. Questo dipendente è stato sospeso dal lavoro e a seguito dell’indagine gli sono state applicate le misure più severe. “

In secondo luogo, all’inizio di questa settimana, un dipendente (noto come Gneisenau013) è stato licenziato da Wargaming (WOWS) a causa di un incidente precedente che ha coinvolto una nave che avrebbe dovuto essere progettata con diversi giocatori famosi, ma alla fine la loro l’opinione praticamente non è stata ascoltata.

READ also:  Battlefield 1 single player teaser trailer

Ora, dopo il licenziamento, che, secondo i giocatori, è avvenuto semplicemente perché hanno trovato un capro espiatorio, anche il community manager di un altro importante gioco di Wargaming, World of Tanks, se ne è andato per solidarietà, lasciando dietro di sé una dichiarazione molto forte. Zachary Doig afferma che il licenziamento di Gneisenau013 è stato “un piano illegale e incredibilmente deciso della sua ex squadra per renderlo un immeritato capro espiatorio”. Vogliono disperatamente dare la colpa a qualcuno in un recente incidente, che capisco è una cultura tossica che incoraggia la ripetizione di un ciclo di gravi errori che va avanti da almeno quattro anni, molto prima che inizi a lavorare in questa squadra. e per incarichi che superano notevolmente il livello della sua retribuzione. “

Di seguito è riportata la versione completa della sua dichiarazione:

“Ciao, carristi!
Mi dispiace annunciare che lascerò la posizione di senior community manager del team di World of Tanks America… Lavoro in Wargaming da oltre cinque anni e sono orgoglioso del lavoro che abbiamo svolto, in particolare la ricostruzione delle nostre operazioni dopo il trasferimento da Emeryville ad Austin.

Ho avuto la fortuna di avere l’opportunità di acquisire competenze professionali e di entrare in contatto con persone fantastiche e appassionate provenienti da tutto il mondo. Grazie al mio lavoro in Wargaming, mi sono innamorato di persone fantastiche provenienti da Bielorussia, Ucraina, Brasile, Argentina e altri paesi così tanto che è difficile da esprimere a parole. Ovviamente, lo stesso si può dire per i nostri meravigliosi streamer e per la community di WoT in generale: mi mancheranno anche i giocatori più esplosivi.

Prendo questa decisione difficile a causa del recente licenziamento di uno dei membri del mio team, che considero una brava persona e un dipendente competente, per ragioni che ritengo si siano rivelate un piano illegale e incredibilmente deciso di la leadership della sua ex squadra, il cui scopo era quello di fare immeritatamente il suo capro espiatorio. Vogliono disperatamente dare la colpa almeno a qualcuno per il recente incidente, che, a quanto mi risulta, è una manifestazione di una cultura aziendale tossica che incoraggia la ripetizione di un ciclo di gravi errori che dura da almeno quattro anni, cioè , molto prima che iniziasse a lavorare in questa squadra e per compiti che superano significativamente il livello del suo stipendio.

Come parte della squadra, ha commesso degli errori e, quando gli è stato chiesto di scusarsi pubblicamente per loro nonostante avesse lasciato la squadra, ha accettato e si è comportato da persona degna che è. Nonostante ciò, i membri più anziani della sua squadra , secondo me, hanno fatto piani insidiosi alle sue spalle per escluderlo dalla mia squadra. Solo gli stupidi codardi e spregevoli possono comportarsi così.

I nostri team sono molto più divisi di quanto appare probabilmente dall’esterno, e spero sinceramente che questo incidente rappresenti un caso isolato di cultura aziendale tossica che si infiltra nel team di World of Tanks. Vi esorto a non giudicare l’azienda in questa occasione poiché Wargaming ha migliaia di dipendenti che lavorano sodo giorno dopo giorno per rendere il gioco ancora migliore per voi. Wargaming dà un grande contributo alla diffusione della storia dei veicoli corazzati e, almeno dalla mia esperienza personale, tratta molto bene i suoi dipendenti.  E sebbene il mio viaggio con World of Tanks sia giunto al termine, sono sicuro che la mia squadra si riprenderà molto rapidamente e inizierà una nuova era di successo.

Grazie a tutti per avermi permesso di farne parte,

Zachary “CabMech” Doig. “

Post a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*