World of Tanks Console – Modern Tanks – M1A2 Abrams and T-72BU – complete tech trees

Home News WarGaming news World of Tanks news World of Tanks Playstation World of Tanks Xbox 360 World of Tanks Xbox One

World of Tanks: Modern Armor has been launched launch with 18 all-new Cold War-era tanks for you to command.

These vehicles will be categorized into two new Tech Trees: the Western Alliance and the Eastern Alliance.

Within each Tech Tree, the tanks will be further grouped into three eras:

  • Post-War Era: Late 1940s – mid-1950s
  • Escalation Era: 1960s – 1970s
  • Détente Era: 1980s – 1990s

Western Alliance

M46A1 Patton

Post-War Era – Medium

Starting Vehicle

Overview:

In 1948, the U.S. Army began development of a new tank to replace the M26 Pershing Heavy Tank. A total of 1,168 M46 tanks, in two basic variants, were manufactured between 1949 and 1951. Because of its speed, mobility, and 90mm gun, the M46 Patton saw wide use against Soviet-produced vehicles during the Korean War.

M46 Patton (3) – Resized
M46 Patton (4) – Resized

M47 

Post-War Era – Medium

Overview:

In 1950, the U.S. Army found itself in dire need of new armor. The outbreak of the Korean War and the need to counter the proliferation of T-34/85 tanks pushed the Army to charge forward with a new tank design. It took the vetted M46 chassis, combined it with the experimental but more powerful T42 turret and gun, and rushed the design into mass production, resulting in the M47 Patton. However, the M47 Patton arrived in Korea late in the war.  As a result, many of these tanks were sent to European allies as a shield against possible invasion or used throughout the Cold War in training. Few saw actual combat.

M47 Patton (1) – Resized
M47 Patton (4) – Resized

M48A5PI Patton

Post-War Era – Medium

Overview:

The M48A5 Patton was the last significant update made to the M48 tank line, produced in the 1970s to bring the remaining M48s in service up to the M60’s level of performance. Modifications included a new engine, new fire control system, and most significantly, the M68 105mm gun. Apart from armor protection, the 2,570 upgraded vehicles were practically indistinguishable from the M60, which featured the same armament and engine. The M48A5 remained in services with the U.S. Army until the 1990s.

M48A5 Patton (1) – Resized
M48A5 Patton (4) – Resized

M60 ‘61

Escalation Era – Medium

Overview:

By the end of the 1950s, the differences between the Soviet T-54/55 series of tanks and the M48 Patton were clear. Any updates to the M48 would need stronger armor and greater firepower to hold their own in to battle, along with improved fuel efficiency and range. Enter the M60, which featured reinforced armor and the new 105mm M68 cannon. The M60 series became the first true U.S. main battle tank during the Cold War and was produced in considerable numbers.

*[E]: denotes Escalation Era version of a vehicle that also exists in World War II game mode

M60 Patton (3) – Resized
M60 Patton (2) – Resized

M60A1 

Escalation Era – Medium

Overview:

Soon after the M60 made its operational debut in 1960, work began on the updated design that would become the M60A1. Improvements included the AVDS-1790-2C engine, a new transmission, and modifications to the hull configuration and suspension. Partway through production, the M60A1’s turret was expanded as well. The M60A1 entered service in 1962 and remained in production until 1980.

M60A1 Patton (1) – Resized
M60A1 Patton (4) – Resized

M60A3 

Escalation Era – Medium

Overview:

At the same time the troubled M60A2 was in production, development was being done on the next upgrade to the M60A1’s design: the M60A3 Patton. Unlike the A2, the A3 retained its predecessor’s 105mm gun. Added to the armament were several enhancements, including the ballistic computer, a laser rangefinder, a thermal gun sleeve, and thermal night vision equipment. The M60A3 remained in front-line service with the U.S. military until 1997, almost twenty years after the first units rolled off the line.

M60A3 Patton (1) – Resized
M60A3 Patton (2) – Resized

M1 Abrams

Détente Era – Heavy

Overview:

With the cancellation of the MBT-70 project, the United States found itself in need of a new design for a main battle tank to replace the outmoded M60 series vehicles. Chrysler Defense provided a solution in the form of the XM1, later renamed the M1 Abrams in honor of General Creighton W. Abrams.  With its 105mm M68 gun, Chobham armor, laser rangefinder, and gun stabilization, it soon became regarded as the best-constructed U.S. tank to date. The first M1 vehicles were produced in 1980.

M1 Abrams (1) – Resized
M1 Abrams (3) – Resized

M1A1 Abrams

Détente Era – Heavy

Overview:

Even though at the time of its debut the M1 Abrams represented a leap in development over its predecessors, it still received numerous upgrades to remain competitive in battle. The M1A1 variant, introduced in 1985, replaced the M1’s 105mm gun with a 120mm smoothbore cannon that was a refined version of the gun in use on the Leopard 2. The M1A1 also featured a new turret, upgraded suspension, and, in the final model, depleted uranium armor. It remained in production through 1993.

M1A1 Abrams (1) – Resized
M1A1 Abrams (2) – Resized
M1A1 Abrams (3) – Resized

M1A2 Abrams

Détente Era – Heavy

Overview:

Enhancement packages and feature suites have successfully kept the vehicles in the M1 series in service with the U.S. military to this day. The M1A2 Abrams, which was introduced in 1986 and first sent to production in 1990, featured a redesigned commander’s station with 360-degree night vision and independent thermal sighting. It also replaced the diesel engine on the M1 and M1A1 variants with a more powerful gas turbine engine.

M1A2 Abrams (1) – Resized
M1A2 Abrams (2) – Resized
M1A2 Abrams (4) – Resized

Eastern Alliance

T-44A

Post-War Era – Medium

Starting Vehicle

Overview:

Developed by the Construction Bureau of Plant No. 183, the T-44 was intended to be a successor to the T-34 with stronger frontal armor and greater firepower. The vehicle entered service on November 23, 1944, but never saw combat. However, it did serve as the basis for the successful T-54 as well as other T-44 variants produced throughout the 1960s.

T-44 (3) – Resized
T-44 (4) – Resized

T-54 obr. 1949

Post-War Era – Medium

Overview:

Conceived as a sleek modern update to the T-34 and T-44, the T-54 was approved for service in 1947. At the heart of its design was a 100mm gun that, at the time, made it a state-of-the-art force on the battlefield. The T-54 served as the main battle tank for Warsaw Pact countries during the 1960s and 70s.

T-54 (2) – Resized
T-54 (3) – Resized

Object 165

Post-War Era – Medium

Overview:

The T-62 entered service in 1961. Initial units lacked an anti-aircraft machine gun; this was remedied with the T-62A variant, which featured a 12.7mm DShK gun attached to the gun loader’s cupola. Although the T-62 remained in production until 1975 and served as the primary Soviet main battle tank throughout the 1970s, production of the T-62A ceased in 1962 in favor of other variants.

READ also:  World of Warships ST - Italian cruiser branch - tier 8 9 and 10
T-62A (1) – Resized
T-62A (3) – Resized

T-62

Escalation Era – Medium

Overview:

In response to the escalation threats that new Western main battle tanks posed during the Cold War, the Soviet Army decided to improve the firepower of the T-55. The result was the T-62, a vehicle with a 115mm smoothbore gun housed in a larger turret atop a longer hull. Although the T-62 became the principal Soviet main battle tank, it cost more to manufacture than either the T-55 or the T-54 and was phased out of production by 1975.

T-62 (1) – Resized
T-62 (4) – Resized
T-62 (4) – Resized

T-72A

Escalation Era – Heavy

Overview:

The T-72A model, introduced in 1979, proved to be a major update to the T-72 tank. Improvements included an added laser rangefinder, an electronic fire control, a new side skirt design, smoke grenade dischargers, and ceramic rod composite armor to reinforce the turret. The T-72A remained in production until 1985, with the Soviet Army taking possession of over 5,200 units.

T-72A (1) – Resized
T-72A (2) – Resized
T-72A (3) – Resized
T-72A (4) – Resized

T-72AV

Escalation Era – Heavy

Overview:

A variant of the successful T-72A tank, the T-72AV was constructed with bricks of Kontakt-1 Explosive Reactive Armor (ERA) around the hull and turret to protect against shaped charge attacks. The “V” stands for взрывной, or vzryvnoy, meaning “explosive.”

T-72AV (1) – Resized
T-72AV (2) – Resized
T-72AV (3) – Resized
T-72AV (1) – Resized

T-72B

Détente Era – Heavy

Overview:
Introduced in 1985, the T-72B took the advanced composite armor, light weight, and low profile of the Soviet T-72A and coupled them with even more powerful features. A new gun, enhanced stabilization and fire control, and the addition of the 9M119 anti-tank guided missile (ATGM) made the T-72B a more lethal vehicle, while enhanced armor and a more powerful 840-hp engine gave it improved defense and mobility. The T-72B also featured full nuclear, biological, and chemical (NBC) protection through shielding and a crew compartment overpressure system.

T-72B (1) – Resized
T-72B (2) – Resized
T-72B (3) – Resized
T-72B (4) – Resized
T-72B (4) – Resized

T-72BM

Détente Era – Heavy

Overview:
To counter the increasing threat from armor piercing fin stabilized discarding sabot (APFSDS) kinetic energy rounds in use by NATO countries, the Soviet Army worked to improve explosive reactive armor (ERA). The result was Kontakt-5, a second generation of ERA. First used on the T-80, this ERA uses lateral motion perpendicular to the penetrating round, disrupting long penetrating rounds while still defeating shaped charge plasma jets. The T-72BM, introduced in 1989, updated the T-72B with Kontakt-5 ERA.

T-72BM (1) – Resized
T-72BM (2) – Resized
T-72BM (3) – Resized
T-72BM (1) – Resized

T-72BU

Détente Era – Heavy

Overview:

A modernization program that straddled the transition from the Soviet era to the Russian era, the T-90 main battle tank (MBT) combines technology from the T-72B and the T-80U. The T-72BU program took the best elements of the two top Soviet MBT designs to create a hybrid. Borrowing the advanced fire control system (FCS) and powerful engine of the T-80U and combining them with the latest revision of the proven T-72B platform protected with Kontakt-5 explosive reactive armor (ERA), the T-90 was the product of the effort to create a tank that would be attractive in the world export market as well as for domestic use. Redesignated as the T-90, production began in 1992. It is currently in use in 10 countries.

T-72BU (1) – Resized
T-72BU (2) – Resized
T-72BU (2) – Resized

Questi veicoli saranno classificati in due nuovi alberi tecnologici: l’Alleanza occidentale e l’Alleanza orientale.

All’interno di ogni albero tecnologico, i carri armati saranno ulteriormente raggruppati in tre epoche:

  • Era del dopoguerra: fine anni Quaranta – metà anni Cinquanta
  • Epoca dell’escalation: anni ’60 – ’70
  • Epoca della distensione: anni ’80 – ’90

Alleanza occidentale

M46A1 Patton

Era del dopoguerra – Medio

Panoramica:

Nel 1948, l’esercito degli Stati Uniti iniziò lo sviluppo di un nuovo carro armato per sostituire l’M26 Pershing Heavy Tank. Un totale di 1.168 carri armati M46, in due varianti di base, furono prodotti tra il 1949 e il 1951. A causa della sua velocità, mobilità e cannone da 90 mm, l’M46 Patton fu ampiamente utilizzato contro i veicoli di produzione sovietica durante la guerra di Corea.

M47

Era dopoguerra – Medio

Panoramica:

Nel 1950, l’esercito degli Stati Uniti si trovò ad avere un disperato bisogno di nuove armature. Lo scoppio della guerra di Corea e la necessità di contrastare la proliferazione di carri armati T-34/85 spinsero l’esercito a caricare in avanti con un nuovo design del carro armato. Ha preso il telaio M46 controllato, combinato con la torretta e il cannone T42 sperimentali ma più potenti, e ha portato il progetto in produzione di massa, ottenendo l’M47 Patton. Tuttavia, l’M47 Patton è arrivato in Corea alla fine della guerra. Di conseguenza, molti di questi carri armati furono inviati agli alleati europei come scudo contro una possibile invasione o utilizzati durante la Guerra Fredda per l’addestramento. Pochi hanno visto un combattimento reale.

M48A5PI Patton

Era dopoguerra – Medio

Panoramica:

L’M48A5 Patton è stato l’ultimo aggiornamento significativo apportato alla linea di carri M48, prodotto negli anni ’70 per portare i restanti M48 in servizio al livello di prestazioni dell’M60. Le modifiche includevano un nuovo motore, un nuovo sistema di controllo del fuoco e, soprattutto, il cannone M68 da 105 mm. A parte la protezione dell’armatura, i 2.570 veicoli aggiornati erano praticamente indistinguibili dall’M60, che presentava lo stesso armamento e motore. L’M48A5 è rimasto in servizio con l’esercito degli Stati Uniti fino agli anni ’90.

M60 ‘61

Era escalation: medio

Panoramica:

Alla fine degli anni ’50, le differenze tra la serie di carri armati sovietici T-54/55 e l’M48 Patton erano chiare. Qualsiasi aggiornamento all’M48 richiederebbe un’armatura più forte e una maggiore potenza di fuoco per resistere alla battaglia, insieme a una migliore efficienza del carburante e portata. Entra nell’M60, che presentava un’armatura rinforzata e il nuovo cannone M68 da 105 mm. La serie M60 divenne il primo vero carro armato principale degli Stati Uniti durante la Guerra Fredda e fu prodotta in numero considerevole.

  • [E]: indica la versione dell’Escalation Era di un veicolo che esiste anche nella modalità di gioco della Seconda Guerra Mondiale

M60A1

Era escalation: medio

Panoramica:

Subito dopo il debutto operativo dell’M60 nel 1960, iniziarono i lavori sul design aggiornato che sarebbe diventato l’M60A1. I miglioramenti includevano il motore AVDS-1790-2C, una nuova trasmissione e modifiche alla configurazione e alle sospensioni dello scafo. A metà della produzione, anche la torretta dell’M60A1 è stata ampliata. L’M60A1 entrò in servizio nel 1962 e rimase in produzione fino al 1980.

M60A3

Era escalation: medio

Panoramica:

Allo stesso tempo, il travagliato M60A2 era in produzione, lo sviluppo era in corso sul prossimo aggiornamento al design dell’M60A1: l’M60A3 Patton. A differenza dell’A2, l’A3 ha mantenuto il cannone da 105 mm del suo predecessore. All’armamento sono stati aggiunti diversi miglioramenti, tra cui il computer balistico, un telemetro laser, un manicotto per pistola termica e apparecchiature per la visione notturna termica. L’M60A3 è rimasto in servizio in prima linea con le forze armate statunitensi fino al 1997, quasi vent’anni dopo che le prime unità sono uscite dalla linea.

READ also:  World of Tanks Blitz Wargaming Birthday Special

M1 Abrams

Era distensione: pesante

Panoramica:

Con la cancellazione del progetto MBT-70, gli Stati Uniti si sono trovati nella necessità di un nuovo design per un carro armato principale per sostituire i veicoli della serie M60 antiquati. Chrysler Defense ha fornito una soluzione sotto forma di XM1, successivamente ribattezzato M1 Abrams in onore del generale Creighton W. Abrams. Con il suo cannone M68 da 105 mm, l’armatura Chobham, il telemetro laser e la stabilizzazione della pistola, divenne presto considerato il carro armato statunitense meglio costruito fino ad oggi. I primi veicoli M1 furono prodotti nel 1980.

M1A1 Abrams

Era distensione: pesante

Panoramica:

Anche se al momento del suo debutto la M1 Abrams rappresentava un salto di sviluppo rispetto ai suoi predecessori, ricevette comunque numerosi aggiornamenti per rimanere competitiva in battaglia. La variante M1A1, introdotta nel 1985, sostituì il cannone da 105 mm della M1 con un cannone a canna liscia da 120 mm che era una versione raffinata del cannone in uso sul Leopard 2. L’M1A1 presentava anche una nuova torretta, sospensioni aggiornate e, nel modello finale , corazza all’uranio impoverito. È rimasto in produzione fino al 1993.

M1A2 Abrams

Era distensione: pesante

Panoramica:

I pacchetti di miglioramento e le suite di funzionalità hanno mantenuto con successo i veicoli della serie M1 in servizio con le forze armate statunitensi fino ad oggi. L’M1A2 Abrams, introdotto nel 1986 e inviato per la prima volta alla produzione nel 1990, presentava una stazione del comandante riprogettata con visione notturna a 360 gradi e avvistamento termico indipendente. Ha anche sostituito il motore diesel sulle varianti M1 e M1A1 con un motore a turbina a gas più potente.

Alleanza orientale

T-44A

Era del dopoguerra – Medio

Panoramica:

Sviluppato dal Construction Bureau of Plant No. 183, il T-44 doveva essere un successore del T-34 con un’armatura frontale più forte e una maggiore potenza di fuoco. Il veicolo entrò in servizio il 23 novembre 1944, ma non vide mai un combattimento. Tuttavia, è servito come base per il successo del T-54 e di altre varianti T-44 prodotte negli anni ’60.

T-54 obr. 1949

Era dopoguerra – Medio

Panoramica:

Concepito come un elegante aggiornamento moderno del T-34 e del T-44, il T-54 fu approvato per il servizio nel 1947. Al centro del suo design c’era un cannone da 100 mm che, all’epoca, lo rendeva un forza d’arte sul campo di battaglia. Il T-54 è stato il principale carro armato da battaglia per i paesi del Patto di Varsavia negli anni ’60 e ’70.

Obj 165

Era dopoguerra – Medio

Panoramica:

Il T-62 entrò in servizio nel 1961. Le unità iniziali mancavano di una mitragliatrice antiaerea; questo è stato risolto con la variante T-62A, che presentava una pistola DShK da 12,7 mm attaccata alla cupola del caricatore di armi. Sebbene il T-62 rimase in produzione fino al 1975 e servì come principale carro armato da battaglia sovietico per tutti gli anni ’70, la produzione del T-62A cessò nel 1962 a favore di altre varianti.

T-62

Era escalation: medio

Panoramica:

In risposta alle minacce di escalation che i nuovi carri armati principali occidentali rappresentavano durante la Guerra Fredda, l’esercito sovietico decise di migliorare la potenza di fuoco del T-55. Il risultato è stato il T-62, un veicolo con un cannone a canna liscia da 115 mm alloggiato in una torretta più grande in cima a uno scafo più lungo. Sebbene il T-62 sia diventato il principale carro armato da battaglia sovietico, è costato di più da produrre rispetto al T-55 o al T-54 ed è stato gradualmente eliminato dalla produzione nel 1975.

T-72A

Era escalation: pesante

Panoramica:

Il modello T-72A, introdotto nel 1979, si è rivelato un importante aggiornamento del carro armato T-72. I miglioramenti includevano un telemetro laser aggiunto, un controllo elettronico del fuoco, un nuovo design della gonna laterale, scaricatori di granate fumogene e un’armatura composita di barre di ceramica per rinforzare la torretta. Il T-72A rimase in produzione fino al 1985, con l’esercito sovietico che prese possesso di oltre 5.200 unità.

T-72AV

Era escalation: pesante

Panoramica:

Una variante del fortunato carro armato T-72A, il T-72AV è stato costruito con mattoni di Kontakt-1 Explosive Reactive Armor (ERA) attorno allo scafo e alla torretta per proteggersi dagli attacchi di carica sagomata. La “V” sta per взрывной, o vzryvnoy, che significa “esplosivo”.

T-72B

Era distensione: pesante

Panoramica:

Introdotto nel 1985, il T-72B ha preso la corazza composita avanzata, il peso leggero e il basso profilo del T-72A sovietico e li ha accoppiati con caratteristiche ancora più potenti. Un nuovo cannone, una stabilizzazione e un controllo del fuoco migliorati e l’aggiunta di un proiettile guidato anticarro (ATGM) 9M119 hanno reso il T-72B un veicolo più letale, mentre la corazza potenziata e un motore più potente da 840 hp gli hanno dato una difesa migliore e mobilità. Il T-72B presentava anche una protezione nucleare, biologica e chimica (NBC) completa tramite schermatura e un sistema di sovrapressione del compartimento dell’equipaggio.

T-72BM

Era distensione: pesante

Panoramica:

Per contrastare la crescente minaccia dei round di energia cinetica del sabot stabilizzato con pinne perforanti (APFSDS) in uso nei paesi della NATO, l’esercito sovietico ha lavorato per migliorare la corazza reattiva esplosiva (ERA). Il risultato è stato Kontakt-5, una seconda generazione di ERA. Utilizzato per la prima volta sul T-80, questo ERA utilizza una protezione laterale perpendicolare al proiettile penetrante, interrompendo i proiettili penetranti lunghi mentre ancora sconfigge i getti di plasma a carica sagomata. Il T-72BM, introdotto nel 1989, ha aggiornato il T-72B con Kontakt-5 ERA.

T-72BU

Era della distensione: pesante

Panoramica:

Un programma di modernizzazione che ha attraversato la transizione dall’era sovietica all’era russa, il carro armato principale (MBT) T-90 combina la tecnologia del T-72B e del T-80U. Il programma T-72BU ha preso i migliori elementi dei due migliori progetti MBT sovietici per creare un ibrido. Prendendo in prestito l’avanzato sistema di controllo del fuoco (FCS) e il potente motore del T-80U e combinandoli con l’ultima revisione della collaudata piattaforma T-72B protetta con l’armatura reattiva esplosiva (ERA) Kontakt-5, il T-90 era il prodotto dello sforzo per creare un mezzo che sarebbe attraente nel mercato di esportazione mondiale oltre che per uso domestico. Ridenominato come T-90, la produzione è iniziata nel 1992. Attualmente è in uso in 10 paesi.

Comments are closed.