French super heavy tank FCM F1

History Home News WarGaming news World of Tanks news

French super heavy tank FCM F1

The history of FCM F1 super heavy tank is a long story until to the conquest of the France by Germans. The tank was conceived and designed during the interwar period by Forges et Chantiers de la Méditerranée (but the first contract to FCM by French Supreme Command was dated 6 April 1938 ). The main purpose was to break through the German fortifications and for this reason it was decided to produce a new tank that supplant the now obsolete Char 2C. Despite initial hesitation on the size of the tank (small but well-armored, similar to British Matilda), at the end it was decided for a huge size and a super heavy tank. It was necessary that the FCM F1 was long, armed with two towers (front and rear) placed at different heights (the rear turret higher than front turret) and high-velocity guns. The tank reached a hypothetical weight of 140 tons. It was propelled by two Renault engines (550hp x2) and electrical transmission, with a top speed of 24km / hr . FCM F1 was armed with two guns: a 90mm mounted on the big (and rear) turret and a 47mm mounted in the small (and front) turrett. The armor was very strong for that time. The FCM F1 had an armored protection of 100mm all-around. The sloped frontal armor was increased to 120mm. During summer of 1941 a Commission asked to FCM to increase protection the armor to 120mm all-around with a weight increase to 145 metric tons and a maximum speed of 20km/h. Unfortunately the realization FCM F1 was very complicated in part because of limited funds and the outbreak of war with consequent fall of France. Only a wooden model in real size was built .

fcmf1_3

In WoT? The tank is inside the database, but it was never introduced. It is a exercise of style. The FCM F1 will NOT be introduced prior to the addition of multi-turret system.

FCMF1

La storia del carro super pesante FCM F1 è un lungo aneddoto fino alla conquista della Francia da parte dei Tedeschi. Il carro fu pensato e progettato nel periodo interbellico dalla Forges et Chantiers de la Méditerranée (ma il primo contratto all’FCM dal Comando Supremo Francese fu datato solo il 6 aprile del 1938). Lo scopo principale era quello di sfondare le linee di fortificazione tedesche e per questo motivo si pensò di produrre un nuovo carro che soppiantasse l’ormai obsoleto Char 2C. Nonostante le indecisioni iniziali sulla grandezza del carro (ridotte ma ben corazzato, similmente al Matilda inglese), alla fine si preferì ancora una volta una mole imponente. Nella progettazione iniziale si prevedeva che l’FCM F1 fosse lungo, armato di due torrette (anteriore e posteriore) poste ad altezze diverse (quella posteriore più alta) con cannoni ad alta velocità di tiro. Il carro raggiungeva un peso ipotetico di 140 tonnellate metriche e spinto da ben due motori Renault da 550hp. Il carro doveva raggiungere una velocità massima di 24km/hr o poco più. L’FCM F1 era armato di due cannoni, uno da 90mm (o 105mm) montato sulla torretta posteriore più grande, l’altro era un 47mm a tiro rapido montato sulla torretta anteriore. anche la corazza, per quel tempo, era molto spessa. Vantava una protezione totale di 100mm su ogni lato del carro. La parte frontale fu portata a 120mm. Durante l’estate del 1941, la Commissione che sovrintendeva alla progettazione e produzione chiese che la protezione di 120mm fosse estesa su ogni lato del carro, portando il peso a 145 tonnellate metriche e riducendo la velocità massima a 20km/h.  Purtroppo la realizzazione dell’FCM F1 fu assai complicata anche  a causa dei fondi  limitati e dello scoppio della guerra con conseguente capitolazione della Francia. Fu realizzato solo un modello in legno a grandezza reale.

In WoT? Il carro è presente, ma mai introdotto. Si tratta di un esercizio di stile. L’FCM F1 NON verrà introdotto prima dell’aggiunta del sistema multitorretta.

FCM_F1

 

READ also:  World of Tanks Churchill AVRE

Bibliografia – 

https://en.wikipedia.org/wiki/FCM_F1

Pierre Touzin, Les véhicules blindés français, 1900-1944. EPA, 1979

Comments are closed.