World of Tanks – Lost City map – history of a hidden secret

Home News WarGaming news World of Tanks news

“The Lost City” is the only map in the game that seems completely deserted. Desolation reigns everywhere and, in a small town located in the center of the location, the winds drive sand.

Indeed, in the town, which became the prototype for this map, during Soviet times, biological weapons were created. In the virtual copy of the settlement, there is also a secret laboratory! Initially, the map was for cybersports and after it was remade under standard fights.

What research is being done in a secret laboratory, what is hidden in abandoned houses and what are the other secrets?

The big secret of the Soviet Union.

At first glance, the town on the map seems typical for the Soviet period. But, if you look at the building and the surrounding landscape, you can identify in it the hidden Soviet city of Aralsk-7 (Kantubek). It was so secret that it was even missing from the maps. The military facility was located on the Renaissance island in the Aral Sea.

Americans began to suspect the existence of this city in the 1960s. The aerial photographs taken by the CIA in 1962 recorded barracks, parade grounds and other military facilities.

Over time, the city has grown. Nearly 1,500 people lived here: the military, scientists and their families. For them, they created the most comfortable living conditions: the city had a kindergarten, a school, the Officers’ Club, a hospital. The stores sold a lot of scarce goods, fresh water was delivered by barges and then stored in special huge tanks on the outskirts of the village. By the way, these buildings, however, are somewhat modified, are on the map.

Three kilometers south-west of Kantubek was the so-called Laboratory Building, where work was carried out with the strains of the most dangerous diseases. Nearby there was a military biochemical test site with the code name “Barhan”. The official name is: 52nd field research laboratory (PNIL-52) – military unit 04061. Military boats constantly cruised around the island to protect them. 

The sea that has disappeared

The military left the city in 1992. They left in such a hurry that they even left washing machines and color television sets – all this became the prey of marauders. Today, Aralsk-7 is a ghost town: broken buildings, abandoned laboratories and tanks. Everywhere there is complete silence, which only wind breaks, walking in the wreckage of old ships. Yes, there was once a sea.

The Aral Sea was the fourth in the world, but after the construction of irrigation canals in Central Asia, it began to swallow. In 1989, it split into two isolated reservoirs, and in 2001, Renaissance Island became a peninsula. Therefore, the ships in the middle of the desert are not at all an invention of designers. By the way, these vessels hide two Easter eggs hidden by developers. What kind? We will tell you soon.

What does Minsk have to do with it? 

Working on the map, we used not only the locations of Aralsk-7. Part of the scenery borrowed in Belarus. For example, typical Soviet barracks, standing a few blocks away, were in real life on Dzerzhinsky Avenue. The developers were able to photograph them literally two days before the demolition. On the map, the barracks are painted in green and blue.

READ also:  World of Tanks 9.15 common test 2nd iteration patch notes

Gypsum sculptures of girls on the square exist in reality, only they are installed in Zhlobin. When the designers transferred the sculptures to the maps, they added the missing parts. 

For lovers of retro technology, the map contains a ZIS-155 bus, which began to be produced in 1956. In this bus for the first time in the Soviet automobile industry used an alternator. These buses were operated in Belarus until the 1970s.

The tile that lined the walls of buildings has a real prototype: you will see this on the walls of houses along Tsnyanskaya Street in Minsk. And also, if you try, you can find a young Lenin on the map. 

– Easter eggs on the “Lost City” map. 

1. “Easter egg” № 1. “Secret Laboratory”:
In the blue building on the square, if you look inside, you can find an inconspicuous wooden door. The inscription does not say that it leads to the World of Tanks Balance Lab. In general, if you have a complaint about a punched tank, you should go there. Search should be on the E5. 

2. “Paskhalka” No. 2. “Hidden cards”. If you look into the house on D5 and H7, you can see the old and new maps of the maps “Kharkov” and “Lost City” “.

3. “Easter egg” No. 3. “The secret of rusty ships”: 
You will also find a secret message on two rusting ships. In addition to an unusual formula, you can read the name of one of the cards and learn about the event from the life of the creators, if you can decipher the message. 

source – wotexpress


“The Lost City” è l’unica mappa del gioco che sembra completamente deserta. La desolazione regna ovunque e, in una piccola città situata nel centro del luogo, i venti guidano la sabbia.

In effetti, nella città, che divenne il prototipo di questa mappa, durante il periodo sovietico furono create armi biologiche. Nella copia virtuale dell’insediamento, c’è anche un laboratorio segreto! Inizialmente, la mappa era per i cybersports e dopo che era stata rifatta per battaglie standard.

Quali ricerche vengono fatte in un laboratorio segreto, cosa si nasconde nelle case abbandonate e quali sono gli altri segreti?

Il grande segreto dell’Unione Sovietica.

A prima vista, la città sulla mappa sembra tipica del periodo sovietico. Ma se si guarda l’edificio e il paesaggio circostante, è possibile identificare in esso la città sovietica nascosta di Aralsk-7 (Kantubek). Era così segreto che mancava addirittura dalle mappe. La struttura militare era situata sull’isola rinascimentale nel Mar d’Aral.

Gli americani hanno iniziato a sospettare l’esistenza di questa città negli anni ’60. Le fotografie aeree scattate dalla CIA nel 1962 registrarono caserme, campi di parata e altre strutture militari.

Nel corso del tempo, la città è cresciuta. Quasi 1.500 persone vivevano qui: i militari, gli scienziati e le loro famiglie. Per loro, hanno creato le condizioni di vita più confortevoli: la città aveva un asilo nido, una scuola, il Il club degli ufficiali, un ospedale. I negozi vendevano un sacco di merci scarse, l’acqua fresca veniva trasportata dalle chiatte e poi immagazzinata in speciali enormi serbatoi ai margini del villaggio. A proposito, questi edifici, tuttavia, sono un po ‘modificati e sono sulla mappa.

Tre chilometri a sud-ovest di Kantubek era il cosiddetto Laboratorio di costruzione, dove si svolgevano i lavori con le malattie più pericolose. Vicino c’era un sito di test biochimici militari con il nome in codice “Barhan”. Il nome ufficiale è: 52 ° laboratorio di ricerca sul campo (PNIL-52) – unità militare 04061. Le imbarcazioni militari hanno costantemente navigato intorno all’isola per proteggerla.

Il mare che è scomparso

I militari lasciarono la città nel 1992. Partirono così di fretta che lasciarono persino lavatrici e televisori a colori – tutto ciò divenne preda dei predoni. Oggi, Aralsk-7 è una città fantasma: edifici rotti, laboratori abbandonati e carri armati . Ovunque c’è un silenzio completo, che rompe solo il vento, camminando tra le macerie di vecchie navi. Sì, c’era una volta un mare.

Il Lago d’Aral era il quarto al mondo, ma dopo la costruzione dei canali di irrigazione in Asia centrale, iniziò a evaporare. Nel 1989, si è diviso in due bacini isolati, e nel 2001, l’Isola del Rinascimento è diventata una penisola. Pertanto, le navi nel mezzo del deserto non sono affatto un’invenzione dei progettisti. A proposito, queste navi nascondono due easter egg nascosti dagli sviluppatori. Che tipo? Te lo diremo presto

Cosa c’entra Minsk con questo?

Lavorando sulla mappa, non abbiamo usato solo le posizioni di Aralsk-7. Parte del paesaggio preso in prestito in Bielorussia. Ad esempio, le tipiche caserme sovietiche, a pochi isolati di distanza, erano nella vita reale su Dzerzhinsky Avenue. Gli sviluppatori sono stati in grado di fotografarli letteralmente due giorni prima della demolizione. Sulla mappa, le caserme sono dipinte in verde e blu.

Le sculture in gesso delle ragazze sulla piazza esistono in realtà, solo che sono installate a Zhlobin. Quando i designer hanno trasferito le sculture sulle mappe, hanno aggiunto le parti mancanti.

Per gli amanti della tecnologia retrò, la mappa contiene un bus ZIS-155, che iniziò a essere prodotto nel 1956. In questo autobus per la prima volta nell’industria automobilistica sovietica usava un alternatore. Questi autobus sono stati operati in Bielorussia fino agli anni ’70.

La piastrella che rivestiva le pareti degli edifici ha un vero prototipo: lo vedrai sui muri delle case lungo la via Tsnyanskaya a Minsk. E inoltre, se ci provi, puoi trovare un giovane Lenin sulla mappa. 

– Easter Egg sulla mappa “Città perduta”.

1. “Easter Egg” № 1. “Laboratorio segreto”:
Nell’edificio blu sulla piazza, se guardi dentro, puoi trovare una porta di legno poco appariscente. L’iscrizione non dice che conduce al World of Tanks Balance Lab. In generale, se hai una lamentela su un carro armato perforato, dovresti andare lì. La ricerca dovrebbe essere sulla E5.

2. “Paskhalka” n. 2. “Carte nascoste”. Se guardi in casa D5 e H7, puoi vedere le mappe vecchie e nuove delle mappe “Kharkov” e “Lost City” “.

3. “Easter Egg” n. 3. “Il segreto delle navi arrugginite”:
Troverai anche un messaggio segreto su due navi arrugginite. Oltre a una formula insolita, puoi leggere il nome di una delle carte e conoscere l’evento dalla vita dei creatori, se riesci a decifrare il messaggio.


Comments are closed.