World of Warships – Behind the Scenes – New Operation: Siege of Syracuse

Home News WarGaming news World of Tanks news

Like Scenarios and ancient Greek history? We have great news for you! In a forthcoming Operation: Siege of Syracuse, a team of 12 players will make a joint effort to confront a series of onshore military fortifications—Forts. The Forts are armed with special parabolic mirrors capable of focusing light into a laser beam that can easily cut through a reckless ship.

Historical Reference

Ancient Greek transcripts say that during the Siege of Syracuse, the Roman fleet was burned down by a large number of parabolic mirrors and shields polished to a shine at the order of Archimedes. This invention went down in history as the Archimedes Death Ray. Many engineers have tried to re-invent that weapon ever since. It was quite a surprise when one day, while we were working in the archives, we came across a document with design calculations for the original “death ray”! Thanks to this good fortune, our players will be able to see this unique invention right in the game!


An ancient Greek vase with a painting depicting the design and operation of the “death ray”.
Source: A totally legit musuem. Yep.

We’ve managed to find additional materials based on the inventions of Nikola Tesla and Robert Van de Graaf. Unfortunately, there is every indication that the countries simply didn’t have the required resources to build that weapon. But for our team, those materials were just enough to start sketching “death rays” for the game.

Let’s be frank—the challenge we faced was a bit more complicated than the one Archimedes worked on because we’re talking about cutting metal as opposed to simply burning wood. We, therefore, equipped our mirrors with all the required amplifiers to make the ray so powerful it can cut through anything it touches, including a ship’s armor. 

Map

The events of the grand Siege of Syracuse will unfold on the Hotspot map, a good location for comfortable maneuvering to avoid the deadly laser rays of the enemy. The Forts that generate the rays will be found on islands that are predominantly located at sea level. Such Forts will be vulnerable to torpedo attacks while mirrors can be broken with the help of aviation. 

Gameplay Tips

If we simply added Forts that fired death rays, we would leave players totally defenseless against their attacks. To add some balance to the new operation, the following consumables will be available for players: 

  • Optical camouflage patterns;
  • Ray reflectors and diffusers;
  • Smoke screens with silver ions.

The Forts will attack with their lasers so the best defense would be to use consumables capable of reflecting light. The camouflages and reflectors are suitable for all ships. Only destroyers will also be able to set smoke screens filled with silver ions.


Amate le operazioni PvE e la storia degli antichi greci? Allora abbiamo una grande notizia per voi! È in arrivo una nuova sfida, chiamata “L’assedio di Siracusa”, dove una squadra di 12 giocatori dovrà unire le forze per affrontare una serie di fortificazioni costiere: i Forti. I Forti sono armati con speciali specchi parabolici in grado di concentrare la luce e trasformarla in un raggio in grado di tagliare facilmente in due le navi che incautamente si avvicinano.

Riferimenti storici

Le cronache degli antichi greci raccontano che durante l’assedio di Siracusa la flotta romana fu mandata a fuoco da una serie di specchi parabolici e degli scudi ripuliti fino a scintillare per ordine di Archimede. Questa invenzione fu chiamata “specchio ustorio di Archimede”. Molti ingegneri hanno successivamente provato a riprodurre quell’arma. È stata una sorpresa quando un giorno, mentre stavamo lavorando negli archivi, abbiamo trovato un documento con i calcoli dell’originale “specchio ustorio”! Per questa fortunata coincidenza, i nostri giocatori potranno vedere quest’invenzione unica direttamente nel gioco!

*Foto storicamente accurata* (un antico vaso greco con la rappresentazione del principio dell’operazione dello “specchio ustorio”; Fonte: un museo molto affidabile)

Siamo riusciti a trovare materiale aggiuntivo sulle invenzioni di Nikola Tesla e Robert Van de Graaff. Sfortunatamente, tutte le prove portano a pensare che i paesi semplicemente non disponevano delle risorse necessarie a costruire quell’arma. Ma per la nostra squadra, quei materiali erano sufficienti per iniziare a ideare gli “specchi ustori” per il gioco.

Ma siamo sinceri: la sfida che abbiamo affrontato noi era un po’ più complicata di quella di Archimede, in quanto parliamo di tagliare del metallo e non di bruciare semplicemente del legno. Di conseguenza, noi abbiamo equipaggiato i nostri specchi con tutti gli amplificatori necessari per rendere il raggio così forte da poter tagliare qualsiasi cosa incontri, inclusa la corazzatura di una nave.

Mappa

Gli eventi del grande assedio di Siracusa si svolgeranno sulla mappa Zona calda, un buon luogo dove poter manovrare comodamente per evitare i pericolosi raggi roventi del nemico. I Forti che producono raggi saranno posti sulle isole verso il livello del mare. Tali Forti saranno vulnerabili ad attacchi di siluri, mentre gli specchi potranno essere rotti usando l’aviazione.

Consigli di gioco

Se avessimo semplicemente aggiunto dei Forti con dei raggi incendiari, avremmo lasciato i giocatori completamente indifesi dai loro attacchi. Per aggiungere del bilanciamento alla nuova operazione, sono stati aggiunti i seguenti consumabili:

  • Schemi mimetici ottici
  • Deflettori di raggio e diffusori
  • Cortine fumogene agli ioni di argento

I Forti attaccheranno con i loro raggi, quindi la miglior difesa sono dei consumabili in grado di riflettere la luce. Le mimetiche e i riflettori sono compatibili con tutte le navi, mentre solo i cacciatorpediniere potranno disporre delle cortine fumogene cariche di ioni di argento. Le mimetiche e i riflettori sono compatibili con tutte le navi, mentre solo i cacciatorpediniere potranno disporre delle cortine fumogene cariche di ioni di argento.

Comments are closed.